InCupaTrance

ensemble di strumenti effimeri
L'esperienza In Cupa Trance, per sua natura sperimentale, è anche esperienza visivo/gestuale.
Gli antichi ci insegnano che una rappresentazione è fondamentalmente celebrazione di un rituale, di una cerimonia.
A partire da questa consapevolezza il lavoro drammaturgico dell’ensemble pone molta attenzione agli elementi non musicali che sulla scena condizionano e guidano la percezione del suono.
Nell’utilizzo di strumenti come la cupa cupe, il tamburrello e la canna, il gesto sonoro è gesto visivo. Immaginando di vivere un vero e proprio rituale, la presenza sonora scenica è integrata in un’unica entità attraverso la fisicità degli oggetti e degli interpreti/attori/performer.




musicisti
Domenico Acquaviva - voce e strumenti effimeri
Pino Basile - voce, percussioni e strumenti effimeri
Michele Ciccimarra - voce, percussioni e strumenti effimeri
Francesco Monitillo - voce e strumenti effimeri
Saverio Suma - voce e strumenti effimeri
Enzo Granella - voce e strumenti effimeri
Mirko Lodedo - voce, tastiere, fisarmonica e strumenti effimeri
Eufemia Mascolo - voce, contrabbasso e strumenti effimeri
Marcello Zinni - sound engineer



Nel 2004 l’ensemble esordisce ufficialmente ad Andria con un concerto alla VII edizione del festival Suoni dal Mediterraneo.
Il gruppo si esibisce in numerosi festival di musica del sud Italia.
In seguito ad un lungo periodo di studio/laboratorio e di collaborazione con il compositore Riccardo Nova (Ed. Ricordi), debutta nell’ottobre 2006 al teatro Ariosto nell’ambito del REC festival (Reggio Emilia, direzione artistica Daniele Abbado) in un concerto evento per due bande, due ensemble di percussioni, elettronica, ensemble di cupa cupe. È presente alla Nottebiancanapoli.
Nel 2007 è ospite al festival della tradizione di Praiano, al concerto di chiusura del Festival dei Popoli del Mediterraneo (Bisceglie) e al festival Teatri di terra (Ostuni).
Nell’autunno dello stesso anno organizza incontri studio sulla voce e sulla musica Carnatica (dalle Murge alle Indie) rispettivamente con Faheem Mazar (Pakistan) e Manjunath B.C. (Karnatak, India), nell’ambito dei quali si realizza un progetto audio (non ancora edito) quale incontro/scambio musicale e culturale tra In Cupa Trance e i due straordinari musicisti asiatici.
Nel 2008 si esibisce a Venezia (palazzo Soranzo), al 7° Convegno Nazionale della Federazione Italiana Teatroterapia tenutosi a Bari, alla Notte di S. Giovanni (Ostuni) e al festival di circo contemporaneo Brocante (Frisanco, Pordenone).
Nel 2009 da segnalare: la partecipazione all’evento di teatro musicale Diazeusi e Sinafè in occasione della notte di S. Giovanni a Ceglie Messapica.
Concerto nell’ambito dei workshop internazionali di Deltebre Dansa (Deltebre, Catalogna).
Concerto e spettacolo con gli allievi dell’ ESAC (scuola superiore di circo di Bruxelles) nell’ambito di Brocante, Festival du Cirque (Frisanco, Pordenone).