Errore
  • JFTP::write: Bad response
  • JFTP::write: Bad response
  • JFTP::write: Bad response
  • JFTP::write: Bad response
  • JFTP::write: Bad response
  • JFTP::write: Bad response
  • JFTP::write: Bad response

PROGETTI

 

Musica Visiva

Paesaggi Sonori
per contrabbasso, percussioni, loop station, video mapping

il progetto è una performance che si sviluppa in tempo reale 
a partire da frammenti e relitti sonori etnici ed immaginari.

pino basile > percussioni, live electronic
eufemia mascolo > contrabbasso, sitar, loopstation
gianfranco maiullari > video mapping

ascolta su soundcloud.com/musicavisiva

Improvvisazione e tradizione, sperimentazione e gusto estetico.
L’esperienza musica visiva prova a guardare attraverso il suono, alla ricerca di un possibile equilibrio tra mondi, vissuti ed esperienze sonore non sempre conciliabili tra loro, almeno
apparentemente.
Con l’uso di strumenti musicali acustici di tipo tradizionale e processori elettronici di suono, strumenti musicali anch’essi, il duo va in scena, immerso in un tessuto visivo immaginario. Si delimita uno spazio acustico/visivo che in realtà non si chiude in se e non descrive nulla ma che apre a possibili rimandi percettivi.
E con un sottile gusto del rischio, poetico e creativo s’intende, prova a scandagliare possibili contrasti, punti d’incontro e contrappunti, fatti di ritmo, il ritmo del suono e del segno uminoso.
in scena



Proiettando su superfici reali, oggetti d’arredo o la facciata di un edificio, si da luogo a un incredibile spettacolo live.
La combinazione di immagini fotografiche, video clip, 3D animato e della musica live rendono l’esperienza dello spettatore unica e coinvolgente.
È possibile proiettare anche su oggetti più piccoli e di uso comune: cucina, moka, divano…

link video:












 

InCupaTrance

ensemble di strumenti effimeri
L'esperienza In Cupa Trance, per sua natura sperimentale, è anche esperienza visivo/gestuale.
Gli antichi ci insegnano che una rappresentazione è fondamentalmente celebrazione di un rituale, di una cerimonia.
A partire da questa consapevolezza il lavoro drammaturgico dell’ensemble pone molta attenzione agli elementi non musicali che sulla scena condizionano e guidano la percezione del suono.
Nell’utilizzo di strumenti come la cupa cupe, il tamburrello e la canna, il gesto sonoro è gesto visivo. Immaginando di vivere un vero e proprio rituale, la presenza sonora scenica è integrata in un’unica entità attraverso la fisicità degli oggetti e degli interpreti/attori/performer.




musicisti
Domenico Acquaviva - voce e strumenti effimeri
Pino Basile - voce, percussioni e strumenti effimeri
Michele Ciccimarra - voce, percussioni e strumenti effimeri
Francesco Monitillo - voce e strumenti effimeri
Saverio Suma - voce e strumenti effimeri
Enzo Granella - voce e strumenti effimeri
Mirko Lodedo - voce, tastiere, fisarmonica e strumenti effimeri
Eufemia Mascolo - voce, contrabbasso e strumenti effimeri
Marcello Zinni - sound engineer



Nel 2004 l’ensemble esordisce ufficialmente ad Andria con un concerto alla VII edizione del festival Suoni dal Mediterraneo.
Il gruppo si esibisce in numerosi festival di musica del sud Italia.
In seguito ad un lungo periodo di studio/laboratorio e di collaborazione con il compositore Riccardo Nova (Ed. Ricordi), debutta nell’ottobre 2006 al teatro Ariosto nell’ambito del REC festival (Reggio Emilia, direzione artistica Daniele Abbado) in un concerto evento per due bande, due ensemble di percussioni, elettronica, ensemble di cupa cupe. È presente alla Nottebiancanapoli.
Nel 2007 è ospite al festival della tradizione di Praiano, al concerto di chiusura del Festival dei Popoli del Mediterraneo (Bisceglie) e al festival Teatri di terra (Ostuni).
Nell’autunno dello stesso anno organizza incontri studio sulla voce e sulla musica Carnatica (dalle Murge alle Indie) rispettivamente con Faheem Mazar (Pakistan) e Manjunath B.C. (Karnatak, India), nell’ambito dei quali si realizza un progetto audio (non ancora edito) quale incontro/scambio musicale e culturale tra In Cupa Trance e i due straordinari musicisti asiatici.
Nel 2008 si esibisce a Venezia (palazzo Soranzo), al 7° Convegno Nazionale della Federazione Italiana Teatroterapia tenutosi a Bari, alla Notte di S. Giovanni (Ostuni) e al festival di circo contemporaneo Brocante (Frisanco, Pordenone).
Nel 2009 da segnalare: la partecipazione all’evento di teatro musicale Diazeusi e Sinafè in occasione della notte di S. Giovanni a Ceglie Messapica.
Concerto nell’ambito dei workshop internazionali di Deltebre Dansa (Deltebre, Catalogna).
Concerto e spettacolo con gli allievi dell’ ESAC (scuola superiore di circo di Bruxelles) nell’ambito di Brocante, Festival du Cirque (Frisanco, Pordenone).

 

IL CIRCO DI CASARMONICA

da qualche tempo la passione per il circo contemporaneo, e la volontà di mettersi artisticamente in gioco, sono all'origine di progetti e collaborazioni in un territorio fantastico e pieno di colpi di scena


Lo spettacolo è un concerto-cabaret stravagante, un mix di poesia e follia.
Due mondi che si incontrano, ma non sempre.
Il circo contemporaneo, la danza e l’interpretazione da un lato, un concerto con tanto di musicisti e performer dall'altro: tutti in pista!
Il concerto è un teatro sonoro performato da musicisti che interpretano strumenti colti e raccolti, strumenti classici e classici strumenti da mercatino dell'usato.
Il cabaret è un inseguirsi di discipline di nuovo circo, di coreografie e di tanta energia al servizio di uno spettacolo sospeso nell’aria per suono e movimento.




 

JAND - Just Another Normal Day

Just Another Normal Day

Un assolo per due corpi
Spettacolo di danza-circo contemporaneo.
Uno spettacolo unico, come la vita, in cui quello che sembra non è mai quello che è, e quello che dovrebbe essere non è mai quel che sarà. (F.S.)

Con il sostegno di
- Flic Scuola di Circo
- MCF Belfiore Danza
- Sosta Palmizi, Associazione Sarabanda






 

Progetti didattici

L'attività didattica, come studente prima, come musicista ed educatore poi, ha sempre avuto un ruolo importante, sia essa legata alla trasmissione dei saperi che al miglioramento di strumenti e conoscenze che da sempre sono alimento importante per qualsiasi attività artistica.

Scarica in pdf le schede di progetto

Cicli e Ricicli. laboratorio musicale teorico e pratico
Workshop tamburello


Workshop di Tamburello
e altri tamburi a cornice del Mediterraneo

whp tamburrello


La Grammatica del Ritmo
Laboratorio musicale sull'uso del sistema ritmico indiano 
grammaticadelritmo